venerdì 20 gennaio 2012

Tokonoma

Mi è arrivata una cartolina un pò particolare dal Giappone dove vieve impressa un immagine simile a questa
mi sono incuriosita e ho pensato a un altare per pregare i morti e invece le mie ricerche mi hanno portato ai Tokonoma Nel soggiorno di una tipica casa tradizionale giapponese, oltre al tavolino basso e ai zabuton (i cuscini per sedersi o inginocchiarsi), non c'è alcun tipo di mobilio in più Le pareti possono essere fisse o costituite da fusuma più o meno decorati, ma una parete in particolare è diversa dalle altre, fortemente ornamentale, che compensa la semplicità del resto della stanza. Questa parete è formata da una rientranza, detta "tokonoma", la cui base si trova su un piano più elevato rispetto al pavimento della stanza Il tokonoma può essere di diverse misure, a seconda degli stili e dei periodi storici, ma in genere ha una profondità di poco più di mezzo metro e una ampiezza di 1,8 metri, quasi quanto la lunghezza di un tatami Accanto al tokonoma, sulla restante porzione di parete, troviamo due o tre mensole fra loro sfalsate, in modo da creare delle eleganti asimmetrie, dette "chigaidana". Sia queste che la base del tokonoma sono in legno levigato e lucido dai colori naturali Gli elementi decorativi che che caratterizzano il tokonoma possono mutare a seconda dei gusti del padrone di casa, come un kakejiku (una pittura o una calligrafia) oppure una composizione floreale e a volte altri oggetti artistici grazie a pianeta Giappone
Posta un commento